Una voce dal nulla

Da un po’ di anni a questa parte, nella telefonia, si è affermata la ‘moda’ dei numeri verdi o dei messaggi registrati alla risposta. Un numero sempre maggiore di aziende, privati o enti pubblici ricorrono all’ausilio di questi strumenti per far fronte alle telefonate dei loro clienti, di utenti o di semplici cittadini.

images (24) images (23)

In principio ogni ufficio, di qualsiasi ente, per quanto grande fosse, aveva il proprio numero di telefono che era pubblico e chiunque poteva scegliere di chiamare l’ufficio di cui aveva bisogno e si sentiva rispondere da una voce umana posseduta da una persona fisica che ascoltava la richiesta, dava informazioni o al massimo comunicava all’interlocutore che doveva rivolgersi ad un altro ufficio dandogli il numero diretto per poter parlare con la persona giusta.

Poi venne introdotta la figura del centralinista, un filtro umano che prendeva tutte le telefonate e le trasmetteva agli uffici interessati. Parlare con una persona competente iniziò a diventare più difficile perché il centralinista si limitava a passare la telefonata alla stanza e se nessuno rispondeva se ne lavava le mani… ‘più che provare a passarglielo in stanza…non posso fare’ e magari l’ufficio della persona cercata è alle tue spalle e lo stai vedendo mentre gioca al solitario al computer.

images (1)images (5)

Infine venne il disco, una ‘voce dal nulla’ che ti fa attendere ore prima di ottenere un’informazione che di solito risulta inutile. Un niente di fatto frustrante che irrita l’utente e ha il solo scopo di far sì che l’Ente o la persona cercate risultino irreperibili e quindi non possano ‘rispondere’ (appunto) di disservizi, errori, o tariffazioni sbagliate.

Credo che questi messaggi registrati siano di fatto un segno lampante della decadenza dei nostri tempi, un simbolo dell’arroganza di chiunque detenga il potere che fa di tutto per sfuggire alle proprie responsabilità considerando i propri clienti o utenti alla stregua di salvadenai da svuotare a proprio piacimento: fino a che il cittadino si limita a pagare senza discutere, tutto scorre, ma non appena tenta anche solo di avere una qualche informazione, viene posto di fronte a questi messaggi registrati che si rivelano spesso montagne troppo alte da scalare per chi non sia munito di molto tempo da perdere, di volontà ferrea e pazienza abbondante.

Chiudo facendo un appello che invito a condividere:

RIDATECI LE PERSONE!!! ABOLIAMO I MESSAGGI REGISTRATI!!!

images (10) images (9)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...